martedì 4 marzo 2008

L’ARTE BIMBA. FINALMENTE.


“Memorie dell’Arte Bimba” è stampato, già acquistabile sul sito www.coniglioeditore.it e, dal 20 marzo, anche nelle librerie.
“Memorie dell’Arte Bimba” è il nuovo libro, romanzo, memoriale e saggio di Filippo Scòzzari, verrà presentato in anteprimal, e in concomitanza con l’apertura del Festival Internazionale di Fumetto BilBolBul, Giovedì 6 marzo, h. 18 in punto, alla libreria Irnerio, in via Irnerio 27, a Bologna! (e noi ci saremo!)
L’Autore sarà presente con parole, disegni e dediche. Imperdibile incontro, per scoprire un libro che racconta la sua infanzia, e l’approccio al fumetto, fermandosi dove iniziava “Prima pagare, poi ricordare”.
Un inedito e prezioso prequel, che contiene anche il Manuale Partigiano, per chi volesse diventare autore dell’Arte Bimba, e per tutti gli altri.

Per saperne di più:
http://coniglioeditore.it/coniglio-editore.asp

oppure vedete al blog della libreria:
http://libreriairnerio.blogspot.com/

o a quello dell’autore medesimo:
http://manualedellartebimba.blogspot.com/

3 commenti:

Anonimo ha detto...

La presentazione di "Memorie dell'Arte Bimba" alla libreria Irnerio non c'entrava e NON rientrava e NON concomitava con l'inutile sanremo della BilBol. Lo sapete benissimo, dunque perchè parlarne?

Anonimo ha detto...

"Memorie dell'Arte Bimba": un libro sul Meraviglioso. Il Meraviglioso nella mente di un Bimbo - l'Universo è creato solo per lui, se ne deve impossessare ad ogni costo - ed il Meraviglioso nella mente d'un Adulto - stato dell'anima da raggiungere con ogni mezzo. Qui i fumetti sono un pretesto, e l'Arte Bimba è uno strumento di de/formazione, di "asportazione delle pigne".
Nella prima parte Scozzari riesuma molecole e briciole della sua vita ragazzina, ricordi di detriti, che rivolta schifato. La scrittura, abbagliante, apparecchia una tavola sterminata di vignette, il fumetto delle manie, ripulse e passioni dello Scozzari Bimbo.
La seconda parte è un Manuale allegro e orrendo, ma vero. L' impudico Scozzari sibilando il tormentone “Luce da Luce” svela le ricette per essergli Amici. La lingua diventa circonvenzione d’incapaci: voli pindarici, arringhe, decapitazioni, per elevare la Massa ai livelli che Scozzari esige. Con maleducata radicalità l'autore impone il Suo Ordine con l'ordine: “IO Vi Dico. Fatelo”. Di nuovo è una scrittura incredibile, nuova, utile anche al demiurgo FS vomitare gli fa bene al cuore ed al cervello, e lo diverte pure.
E anche a me, se lo dice Lui.

Katia Ceccarelli ha detto...

La copertina è a dir poco struggente.

Koshka